Possibilità per incontri

Dopo tanti anni di lavoro con determinate strutture organizzative e nella casa di incontro a Tenno, è diventata per me necessaria una separazione rigorosa da tutto questo. Per me è importante progettare e realizzare eventi senza dogmi e senza strutture istituzionali. La spiritualità non dovrebbe mai essere legata a rigidi rituali, a cerimonie esteriori di iniziazione, di adesione a un’associazione o a un’istituzione. Essa andrebbe invece sperimentata nella direzione, più consona all’individuo, di una premurosa aspirazione di quest’ultimo a instaurare e sviluppare una relazione con la fonte spirituale secondo le sue facoltà e la sua risolutezza.

In futuro desidero offrire il mio lavoro in una casa che sia unicamente sotto la mia gestione, affinché io possa incontrare individualmente ogni singola persona, e dove soprattutto viva solo l’atmosfera da me creata. In gruppi e cerchie di lavoro spesso vive un’atmosfera troppo informe che, come si è dimostrato negli anni di lavoro passati, porta a un’alienazione dei motivi di base per lo sviluppo spirituale, e troppo facilmente disorientano l’individuo. Pertanto in avvenire mi occuperò in prima persona della gestione delle richieste e dalla conduzione delle unità di lavoro.

Negli ultimi anni, con l’aiuto di alcune persone, ho potuto realizzare un lavoro molto bello di architettura particolare in una casa che rappresenta un esempio di luogo di luce. Si trova a Lundo, in Trentino, in una posizione relativamente tranquilla, alla periferia del paese, e la struttura di questa casa rende possibile sia il lavoro in gruppi sia i colloqui individuali. Il mio lavoro di consulenza comprende prospettive spirituali e l’orientamento verso una sintesi tra la vita dell’anima e la competenza pratica professionale. In caso di malattie, il mio lavoro non può sostituire la diagnosi o un trattamento medico, psicoterapeutico o di altro tipo. Nei colloqui che offro si possono tuttavia individuare i nessi tra il corpo fisico e l’anima, e da questo solitamente risultano possibilità di esercizio per il sostegno della salute e la rigenerazione. Sebbene il mio campo professionale sia in prima linea la terapia, non la esercito in Italia con uno studio professionale. Posso però aiutare le persone a sostanziare le forze di vita, cosiddette eteriche, in virtù delle mie conoscenze della spiritualità, in modo da favorire tali forze e aprire prospettive per l’individuo. Non si tratta di una trasmissione di energia, bensì un’edificazione e un rinvigorimento cosciente delle forze dell’anima del pensare, sentire e volere, conducono sempre, secondo la mia esperienza, a un miglioramento della condizione del corpo fisico.

Alle persone che vogliono conoscere questo lavoro raccomando colloquio personale iniziale con me. In questo colloquio si possono individuare nel modo migliore le esigenze e le potenzialità individuali. Si possono concordare questi colloqui quasi per ogni sabato via mail, e quasi ogni sabato sera ha anche luogo una meditazione con brevi spiegazioni, basi filosofiche, istruzioni e una unità pratica. Questa unità di meditazione, che ha inizio alle ore 18.00, si svolge sempre in due lingue, italiano e tedesco. Possono partecipare sia principianti sia coloro che hanno esperienza avanzata in questo campo.

Ogni sabato ha anche luogo una lezione di yoga dalle 16.30-17.45, condotta nello stile della nuova volontà yoga, che è adatta sia per insegnanti di yoga che anche per praticanti. Vengono insegnati esercizi semplici e anche alcuni avanzati.

In un seminario ho denominato una parte molto importante del mio lavoro con il termine della cooperazione ritmica. Il corso medico per medici e naturopati, che si svolge due volte all’anno e che comprende circa 60 partecipanti, offre un esempio molto bello per questo cooperare nel senso di un’edificazione concreta del tema, mediante il contributo di differenti persone e presentazioni da parte di esperti. Assumo in prima persona il ruolo di gestire e moderare interamente questo corso, perché posso dire con sicurezza di ritenermi in grado di favorire nel senso migliore sia la libertà individuale sia la collaborazione concreta nel gruppo. Il mio compito non è di essere un guru per altri, ma di promuovere un lavoro coordinato ricco di contenuti e con la capacità reciproca di integrare ogni singolo contributo secondo le migliori potenzialità.

Questo lavoro ritmico e formativo nella cooperazione durante un seminario avviene sia nel corso medico sia nel corso sulla conoscenza spirituale. Anche in avvenire vorrei condurre il lavoro sulla base della nuova volontà yoga con asana, respirazione, movimento artistico e differenti esercizi dell’anima su questa base ritmica e integrata, evitando completamente il carattere istituzionale o di gruppo. Le esperienze nei seminari svoltisi finora ha dimostrato che la mia persona non è facilmente sostituibile con un’altra, e che l’impostazione viva e creativa degli eventi ne ha sofferto, quando altri sono subentrati in modo eccessivo in una funzione sostitutiva o anche solo organizzativa. Imposto la qualità del mio lavoro con un livello molto alto e secondo le esigenze che esprimono i partecipanti, i quali vogliono questa qualità nell’incontro immediato personale, dalla mia bocca e dalle mie mani. Perfino quando una persona con un grado di preparazione di elevata competenza ha dato una lezione di asana o ha offerto un lavoro con testi, ci sono state frequenti lamentele.

Temi per formazioni e aggiornamenti future sulla base della nuova volontà yoga sono:

  • La posizione centrale del cuore e il favorire il processo sociale nelle lezioni di yoga.
  • Il lavoro con testi per sviluppare il discernimento e per aumentare la facoltà di distinzione tra le diverse qualità e la capacità di dialogo e comunicazione sulla base di contenuti.
  • Differenti asana, il loro significato, la pratica e il miglioramento mediante la correzione.
  • Il sistema nervoso vegetativo in relazione al sistema nervoso cerebro-spinale.
  • La formazione di conoscenze mediante il lavoro istruttivo con asana.
  • Asana avanzate.
  • La respirazione libera e la sua applicazione nella vita sociale.
  • La rigenerazione mediante la formazione di conoscenze e lo sviluppo spirituale.
  • La pedagogia nella visione dei sette processi planetari.
  • I quattro eteri, la loro complementarietà, la loro elaborazione conoscitiva, nonché la loro applicazione nella pratica.